Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

depressione post sconfitta

Pagina 2 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

depressione post sconfitta

Messaggio Da marti il Mar 20 Mar 2012 - 17:11

Promemoria primo messaggio :

ok, apro questo 3d per sfogarmi, trovare parole di conforto, esorcizzare i miei nervi e soprattutto far si che una sconfitta come quella di ieri sera possa essere comunque utile.

ieri sera disputo il match degli ottavi in un torneo sociale.

contro di me una signora poco mobile ma con tanta esperienza.palle molli, molte smorzate e cambiamenti di ritmi e nervi saldi.

io entro in campo un pò svogliata e anche un pò stanza (week end pesante) e già nel palleggio mi accorgo che le gambe contraraimente al solito sono pigre e il braccio non si decide ad andare (soprattutto di dritto).

5 minuti di riscaldamneto e poi lei chiede di inizare (io ho bisogno di tanto tempo pèer scaldarmi)

in 5 minuti mi ritrovo già sotto 3 a 0 e annaspo perchè le gambe non vanno e del braccio meglio non parlarne.mi rendo conto che devo muovere l'avversaria ma ho una percentuale di errori (e di scazzo) davvero alta.perdo 62 senza neppure lottare.

nel secondo vinco facile 61 ma le gambe continuano a non andare e io ho la sensazione di giocare male. io di solito quando gioco a tennis sono felice (anche in partite del torneo) invece in questo momento provo solo fastidio per quello che faccio.una sensazione proprio brutta

il terzo set viene disputato con la formula del tie break ai 7.io invece di pensare al set vinto penso al primo set, quello perso.sono infastidita.davvero una pessima sensazione.

gioco il tie break (il primo che abbia mai giocato in un torneo)con il braccino (avrei preferito giocare un set vero perchè la mia avversaria, un pò anzianotta, pur essendo tenace e molto concentrata, si muove male).

invece di farla muovere inanello una serie di errori gratuti;il top proprio non mi va, le sue smorazte le prendo quasi tutte ma poi faccio errori tattici davvero grossolani.il tie breack procede fino ai 5 in parità poi io mi creo (senza grossi meriti) una palla del match che butto alle ortiche.

faro così' con altre 4 PALLE MATCH, tutte a mio favore e tutte annullate da miei errori .ovviamente la mia avversaria al primo macth point realizza (di nuovo su mio errore).game set e match

non perdevo una partita di torneo (ne sto disputando un pò in giro nel capoluogo)da mesi;avevo vinto le ultime 6 in totale sicurezza, anche senza giocare meravigliosamente ma comuqnue gestendo tatticamente e sapendo cosa fare e come farlo.

al di là dei meriti della mia avversaria (che ha giocato bene ma che a detta di chiunque era battibilissima e a parte qualche smorzata non ha fatto un vincente) sono delusa del mio atteggiamento mentale (la testa fino a ieri non mi aveva mai abbandonato in campo, era la mia più grande alleata e ieri si è rilvelata la mia rpima nemica)

CONSIDERAZIONI FINALI:

1)lascerà qualche segno questa mia debacle (mentale)?cosa succederà alla prossima partita?

2)come posso fare tesoro di questo scivolone?

3)perchè non ho reagito mentalmente durante la partita? mi rendevo conto che dovevo cambiare atteggiamento mentale, ma non ci sono riuscita, è la prima volta (nel senso che mi è capitato di perdere ma mai per braccino e con avversari alla mia portata)

4)come reagire?

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso


Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da marti il Mar 20 Mar 2012 - 23:21

king come mantra puo' andar bene "testolina di cavolo resta in campo"??????

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da tiebreak il Mar 20 Mar 2012 - 23:28

@Penna ha scritto:Ti racconto questa: io super allenato incontro in un torneo sociale un ometto con una pancia così grossa......che sembrava rotolare in campo!!!!Bene ......ho perso non perchè fosse più forte ma perchè per me era inconcepibile perdere con uno che andava a due all'ora!!!quando la testa..........fa brutti scherzi...........non ti riprendi più!!!Dramma? no tante risate.......partendo col prendermi in giro.......!!in fondo....questo è il bello del tennis........specie amatoriale.........!!

Più o meno la stessa cosa è capitata a me un paio di settimane fa. Set unico pre-torneo.
Lo vedo palleggiare, inizialmente volevo addirittura rifiutarmi di incontrarlo, (ma cacchio posso perdere tempo con uno come quello?) Inguardabile, swing completamente assente, praticamente sia di dritto che di rovescio parte dal fianco per capirci.

Mi convincono ed inizio a giocare, talmente mi sentivo superiore che non sono andato a giocare concretamente, cercavo schiaffi al volo, stop volley, smorzate da posizioni improbabili... risultato 3-0 per lui.

Inizio a realizzare che se non comincio a giocare perdo. Lo faccio, ma il trippone ha movimenti inguardabili ma con le gambe c'è.... alla fine non ce la faccio a recuperare e perdo 6-4 (e ciò mi porterà ad entrare nel torneo sociale dalle qualificazioni Twisted Evil )

Devo dire però, entrando in topic, che a me strascichi mentali la cosa li ha lasciati. Da quel giorno entro in campo intimorito. Anche se cerco di scacciarli, in un angolino della testa ho sempre flashback di quell'episodio.
Probabilmente ha intaccato qualcosa. Da quel giorno entro in campo con eccessivo timore dell'avversario proponendo un gioco difensivo che non è il mio, ma da quell'episodio ho timore di liberare il braccio, di giocare sciolto e tranquillo, insomma di fare il mio gioco.

Speriamo passi

tiebreak
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1338
Età : 55
Data d'iscrizione : 23.09.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.7 FIT
Racchetta: Volkl Organix 8

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da alba77 il Mar 20 Mar 2012 - 23:41

Marti - mi riferivo a me.
Dei passaggi a vuoto sono consapevole. Con una buona concentrazione riesco a evitarli. Ora però si traducono anche in scelte tattiche mancate o sbagliate... Più si va avanti più cose daconsiderare e alle quali badare ci sono quindi anche la capacità di attenzione deve ampliarsi di pari passo e rimanere sempre alta.

Per esempio banalente un anno fa il mio servizio era solido come % ma inoffensivo. Non sapevo gicare il back ecc...
Oggi devo prendere sempre la scelta giusta su come variare il servizio e ricordarsi come si è servito negli ultim i punti.
Ricordarsi di usare il back contro chi ama appoggiarsi e non farsi ingolosire da un buon ritmo che ti si propone e prendersi a ceffoni Very Happy
ma poi tante altre cose...

Poi c'è la giornata che le gambe non funzionano e il braccio spara e ci può stare - accetti la situazione - abbassi la testa e cominci a remare.
Magari la situazione si capovolge e i colpi tornano...

E' grave farsi prendere dala frustrazione e innervosisrsi o farsi troppe pippe mentali su dei punti passati.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da marti il Mer 21 Mar 2012 - 0:01

tiebreack non mi dai una bella notizia!!!!!che mi rimanga uno strascico mentale e'proprio la cosa che voglio evitare.non poter contare sulla testa o dover avere a che fare con il bracvino proprio non mi va.
come si esorcizza?giove ho un altro torneo questa volta con una classificata.speriamo che il mantra funzioni!!!

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da alba77 il Mer 21 Mar 2012 - 0:06

Il mantra dev'essere positivo.
Posso farcela, posso giocare decontratta.
Sono concentrata, sono attenta, sono aggressiva, conclusiva ecc ecc....

In primis bisogna accettare gli errori e non farsi prendere dalla voglia di strafare.
Strano è che quando si è sulla palla in situazione agevole e si pensa attenzione e giocala dall'altra parte del campo senza esagerare e arriva l'errore.... questo non lo capisco.
Comprenderei di più una palla forzata che ci fa prendere la denuncia di caccia illegale.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da kingkongy il Mer 21 Mar 2012 - 2:45

Si' una frase positiva e al tempo stesso "neutra", non distruttiva. Diciamo che "tu sei il più forte" non va bene...perché a ogni punto dell'avversario non hai conferma....
Io pensavo a "gioca il tuo tennis" oppure "Semplice semplice semplice - morbido morbido morbido". E poi un sorriso sereno, che viene da dentro.
Mai rotto una racchetta, mai contestato una palla... Ma con le corde spaccate di potenza o di rabbia ci potresti fare una teleferica... Hehehe ovvero, siamo tutti umani! Ecchediavolo! Bisogna un po' accettarsi e un po' "guardarci" con sana autoironia: sei li' perché lo vuoi...non e' il "Centrale" di Alcatraz!!!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da b52_ste il Mer 21 Mar 2012 - 9:10

@kingkongy ha scritto:Si' una frase positiva e al tempo stesso "neutra", non distruttiva. Diciamo che "tu sei il più forte" non va bene...perché a ogni punto dell'avversario non hai conferma....
Io pensavo a "gioca il tuo tennis" oppure "Semplice semplice semplice - morbido morbido morbido". E poi un sorriso sereno, che viene da dentro.
Mai rotto una racchetta, mai contestato una palla... Ma con le corde spaccate di potenza o di rabbia ci potresti fare una teleferica... Hehehe ovvero, siamo tutti umani! Ecchediavolo! Bisogna un po' accettarsi e un po' "guardarci" con sana autoironia: sei li' perché lo vuoi...non e' il "Centrale" di Alcatraz!!!

Il mio "mantra" è masticare la gomma... mi accorgo che quando ho la mia fidata cicca (non sempre la stessa eh, stavo generalizzando) scarico la tensione e gioco decisamente meglio!! Infatti in macchina ho il secchiello "da sbarco" nel portaoggetti... Very Happy

b52_ste
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1461
Età : 34
Località : Faenza
Data d'iscrizione : 30.05.11

Profilo giocatore
Località: Faenza
Livello: direi ITR 3.5
Racchetta: 2x Dunlop Biomimetic 300

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da nanobabbo8672 il Mer 21 Mar 2012 - 11:33

io mi ripeto spesso di divertirmi e di pensare poco al risultato...
non sempre funziona, però!
ad ogni punto sbagliato mi dico che va bene lo stesso, che lo rifarò meglio al prossimo punto, questo mi calma un po' e mi fa giocare più sereno!

@BSB: bella l'idea di abbassare l'obiettivo e di rialzarlo gradualmente!
proverò!

nanobabbo8672
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6677
Età : 44
Località : Ravenna
Data d'iscrizione : 10.09.09

Profilo giocatore
Località: Ravenna
Livello: ITR 4.0 - FIT NC
Racchetta: Pro Kennex KI15 300 2011

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da marti il Mer 21 Mar 2012 - 11:41

@nanobabbo8672 ha scritto:io mi ripeto spesso di divertirmi e di pensare poco al risultato...
non sempre funziona, però!
ad ogni punto sbagliato mi dico che va bene lo stesso, che lo rifarò meglio al prossimo punto, questo mi calma un po' e mi fa giocare più sereno!

@BSB: bella l'idea di abbassare l'obiettivo e di rialzarlo gradualmente!
proverò!

anch'io ero partita così:dopo gli infortuni che mi avevano bloccato 12 mesi, dopo i miglioramenti obiettivi ottenuti con allenemanto mi dicevo: "l'importante è stare sul campo, esere tornati e potersela giocare".

poi ovviamente prevale la voglia di vincere o almeno di giocare bene.

il problema è che dopo aver ottenuto risultati buoni sempre con l'ausilio della testa se all'improvviso questa ti abbandona resti davvero basito.

oggi allenamento "libera braccio" (durante la partita mi si era completamente bloccato,. non finivo un movimento);cercherò di recuperare le sensazioni buone che avevo nel colpire fino a prim del match fatale!!!!!!

poi domani altra partita di torneo:obiettivo:riportare la testa in campo e farla rimanere lì con me per tutto il matc. se ci riesco vuol dire che quello della partita fatale è stato un episodio isolato e non si ripeterà quasi più, se risuccede allora .....altra seduta di analisi nel forum!!!

BSB:anch'io terrò presente il sistema di abbassare gli obiettivi e poi alzarli poco per volta (il problema è che uno rimane sempre legato al 15!!!)

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da emmedue il Mer 21 Mar 2012 - 11:44

@kingkongy ha scritto:Si' una frase positiva e al tempo stesso "neutra", non distruttiva. Diciamo che "tu sei il più forte" non va bene...perché a ogni punto dell'avversario non hai conferma....
Io pensavo a "gioca il tuo tennis" oppure "Semplice semplice semplice - morbido morbido morbido". E poi un sorriso sereno, che viene da dentro.
Mai rotto una racchetta, mai contestato una palla... Ma con le corde spaccate di potenza o di rabbia ci potresti fare una teleferica... Hehehe ovvero, siamo tutti umani! Ecchediavolo! Bisogna un po' accettarsi e un po' "guardarci" con sana autoironia: sei li' perché lo vuoi...non e' il "Centrale" di Alcatraz!!!
Sono d'accordo, fare attenzione a evitare le negazioni nelle frasi, è necessaria la KARMA! Very Happy
Sempre efficace dott. KK! ottime indicazioni, thanks!

emmedue
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 72
Età : 42
Località : Roma
Data d'iscrizione : 01.12.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: FIT 4.4 - ITR 3.5/4.0
Racchetta: Head IG Prestige S

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da ace59 il Mer 21 Mar 2012 - 11:48

@marti ha scritto:.....altra seduta di analisi nel forum!!!


facciamo così , io oggi gioco alle 12.30 , se come penso prenderò una sonora legnata , andiamo insieme in analisi

Sono Pazzi Questi Tennisti

ace59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 3377
Età : 57
Data d'iscrizione : 29.06.11

Profilo giocatore
Località: treviso
Livello: fit 4.2
Racchetta: 1 PT57A pj MP , 1 PT57E pj MP l , 2 prestige MP , 1 PK Ki5 315

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da kingkongy il Mer 21 Mar 2012 - 11:52

Ma non possiamo aprire una sezione enogastronomica tennistica?
Mai visto un tennista ben "carburato" depresso....!!!! Very Happy

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da marti il Mer 21 Mar 2012 - 11:56

KK hai ragione!!!!!ed è tutto colpa mia!!!!

per rimediare posso scrivere la ricetta del pesto e consigliarvi due cantine ?

marti
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 861
Data d'iscrizione : 23.11.11

Profilo giocatore
Località: genova
Livello: FIT 4.4
Racchetta: babolat pure drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da nanobabbo8672 il Mer 21 Mar 2012 - 12:05

c'è una bellissima frase di un golfista:
“Il buon golf si gioca in un campo di 14 cm.: lo spazio tra due orecchie” Bobby Jones

questo significa che la differenza la fa proprio la testa, e si applica bene anche al tennis!

marti, se ti ripeti che l'importante è essere tornati a giocare, significa che non hai nessun obiettivo, è una frase che non può funzionare!
il mio ripetermi di divertirmi, significa di fare un gioco che per me sia divertente, lasciare andare il braccio, cercare gli angoli, trovare il modo di andare a rete senza farmi impallinare... è un bell'obiettivo!!!

anche io quando sbaglio cerco di non dire mai: "non giocarla così", preferendo "giocala così", in modo da evitare parole negative come il non.
forse abbiamo letto entrambi lo zen?!?!? Very Happy

nanobabbo8672
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6677
Età : 44
Località : Ravenna
Data d'iscrizione : 10.09.09

Profilo giocatore
Località: Ravenna
Livello: ITR 4.0 - FIT NC
Racchetta: Pro Kennex KI15 300 2011

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da Tibia il Mer 21 Mar 2012 - 12:07

@bornstuborn ha scritto:Per esperienza (sono psicologo clinico e sportivo) una brutta esperienza in un match si può ripresentare e soprattutto se ha lasciato strascichi.

La prima volta che un tuo punto di forza diventa il tuo punto debole crea uno shock ma in qualche modo è utile a farti apprezzare quello che avevi appena lo ritrovi.

Sebbene non seguo tennisti il consiglio che do a chi gioca male e butta via qualche partita (più che altro faccio coaching a pokeristi) è di abbassare il livello. In pratica succede che si gioca male per il proprio standard e questo porta demotivazione che fa giocare ancora peggio e il circolo vizioso non si interrompe più fino a quando non si perde. Bisogna quindi abbassare il livello che significa non confrontare la performance con quella nostra ottimale ma accontentarsi. Per un tennista (sto andando a braccio per far capire il concetto) si potrebbe disinteressarsi del punto e pensare "ok il mio obiettivo e buttare la palla di la come viene viene ed arrivare a 6 scambi" arrivare a 6 scambi è il nostro semplice obiettivo ma arrivarci ci fa crescere la fiducia.....siamo arrivati con successo ad un obiettivo. Poi si possono incastonare a quello gli obiettivi successivi "devo buttare la palla di la nel lato debole del mio avversario" e via così, una volta non raggiunto l'obiettivo si torna a quello prima fino a quando non sentiamo che la fiducia è tornata una volta tornati in fiducia giochiamo di nuovo a mente libera.

Il vantaggio è che si recupera fiducia, lo svantaggio è che si fa tanta fatica mentale.

vedi un pò se ti serve....fai una prova se hai voglia!

Quoto al 1000% B2B, ho trovato lo stesso consiglio su un libro di strategie mentali per il tennis.

Piccolo aneddoto: Sapendo che commetto diversi doppi falli a partita, settimana scorsa ho giocato contro il solito socio solo con questo obiettivo: zero doppi falli, quindi grande attenzione al servizio, il resto quel che viene viene.

Bè, 6-1/6-1 per me.

Minimo obiettivo, massimo risultato.

Marti, stai su.

Tibia
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 132
Data d'iscrizione : 01.09.11

Profilo giocatore
Località: MI / BG
Livello: Dài, va a gionate
Racchetta: Head Instict MP

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da jagui il Mer 21 Mar 2012 - 12:11

@marti ha scritto:CONSIDERAZIONI FINALI:

1)lascerà qualche segno questa mia debacle (mentale)?cosa succederà alla prossima partita?

2)come posso fare tesoro di questo scivolone?

3)perchè non ho reagito mentalmente durante la partita? mi rendevo conto che dovevo cambiare atteggiamento mentale, ma non ci sono riuscita, è la prima volta (nel senso che mi è capitato di perdere ma mai per braccino e con avversari alla mia portata)

4)come reagire?


Già se ti poni queste domande vuol dire che hai dentro di te le risorse per superare questo momento ed utilizzarlo a fini costruttivi.

Premesse:

1) non si impara dalle vittorie, si impara dalle sconfitte. I vincenti considerano una sconfitta come un bene prezioso da cui trarre suggerimenti per il futuro.
2) le sconfitte ci saranno sempre, quindi non ha senso deludersi o lasciarsi andare a pensieri negativi, ma ha senso solamente accettarle come parte del gioco e valorizzarle.
3) per i vincenti l'errore non è sbagliare, ma ripetere lo stesso errore.

Quindi:

1) la sconfitta si analizza a mente fredda, obbiettivamente e senza emozioni, per capire cosa abbiamo sbagliato e come non ripetere gli stessi errori nel futuro, aggiungendo quindi un elemento in più nel nostro bagaglio tecnico-tattico-mentale.
2) fatto questo, la sconfitta va dimenticata, cancellata, eradicata, e non ci si pensa più, si pensa solo al futuro. Quando si pensa al passato si deve pensare solo alle vittorie e a quando abbiamo giocato bene, per rafforzare nella mente un'immagine vincente di noi stessi.

Le tue domande:

1) non lascerà il segno se, dopo aver imparato l'imparabile da questa partita, la cancellerai dalla tua mente. Non è una cosa in cui sperare, ma una azione da compiere, tu controlli la tua mente. Per farlo devi come prima cosa dare la giusta importanza alla partita, ossia zero, infatti fa parte dell'insieme di sconfitte statisticamente inevitabili, e poi cosa vuoi che sia una partita di tennis? Una volta ridimensionata l'importanza della partita, compi dei gesti che aiutino a rimuoverla, come ad esempio scrivere i nomi dei giocatori e il risultato su un foglio di carta e poi appallotolarlo e gettarlo nel cestino, oppure bruciarlo. Questo serve per mandare un messaggio al nostro inconscio, che lavora per immagini/emozioni e non razionalmente.

2) questo mi pare che tu lo abbia già fatto. Hai individuato i tuoi errori, devi trovare/capire cosa fare la prossima volta che si ripresenterà la stessa situazione, poi visualizzare te che giochi un'altra partita con un altro avversario ma con le stesse difficoltà, in cui tu metti in pratiche la soluzione individuata. Questa visualizzazione (devi essere in uno stato di relax e senza fretta) comunica al nostro inconscio come comportarsi la prossima volta (è l'incoscio che domina la parte razionale, non viceversa, specialmente in situazioni istintive come il tennis). Non basta individuare la soluzione a livello razionale, bisogna anche comunicarla al nostro inconscio.

3) non hai reagito perchè non eri preparata a farlo, non avendo mai in precedenza subito questa difficoltà. Non hai sbagliato. Sbaglieresti invece se dovessi ripetere il tutto un'altra volta. Se il problema è tecnico/tattico, vedi le spiegazioni che ho dato fin qui. Se il problema è il braccino, occorre semplicemente cambiare il nostro obbiettivo dal vincere la partita (ossia il risultato) con un altro che non dipenda dal risultato. Io ad esempio mi pongo a volte l'obbiettivo di "rompere le corde" se non sto giocando sciolto, e non tengo neanche il punteggio.

4) lo stai già facendo.

jagui
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1460
Età : 44
Località : Roma
Data d'iscrizione : 04.03.11

Profilo giocatore
Località: Roma Nord
Livello: ITR 4.0
Racchetta: Babolat Pure Drive

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da nanobabbo8672 il Mer 21 Mar 2012 - 12:13

PS anche mia moglie ha fatto nuoto (pinnato) agonistico, e vive lo sport e la vita in modo sempre molto agonistico... deve sempre essere la prima, o almeno provare ad essere la più brava, pena la perdita di autostima... Shocked
a volte ti fa rendere al massimo, altre ti distrugge fisicamente e mentalmente!!!

nanobabbo8672
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6677
Età : 44
Località : Ravenna
Data d'iscrizione : 10.09.09

Profilo giocatore
Località: Ravenna
Livello: ITR 4.0 - FIT NC
Racchetta: Pro Kennex KI15 300 2011

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da maggy010 il Mer 21 Mar 2012 - 13:02

sabato scorso ho partecipato ad un torneo rodeo fit, sono uscito al primo turno dopo aver giocato con un pari classifica (NC) ma ex 4.2 che, a suo dire, avrebbe perso la tessera... entro in campo (erba sintetica con sabbia velocissimo) e perdo 40 40. Solo due doppi falli giocavo angolato tentando di aprirmi il campo ma, purtroppo, lui era troppo più bravo ed il campo, per uno che gioca su terra rossa era per me impraticabile.
Alla fine, dopo mezz'ora di match, l'ho presa a ridere con la mia dolce metà la quale, insieme alla nostra bassottina, hanno assistito alla partita.
Alla sera mi sono chiesto: ma sono una pippa vertiginosa??? ma le classifiche fit come funzionano realmente??? devo prendere degli accorgimenti per gestire al meglio il match contro avversari sconosciuti???
Il fine è comunque questo: divertirsi e giocare al meglio il proprio umile tennis.

maggy010
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 607
Località : Circolo tennis San Giorgio del Sannio
Data d'iscrizione : 14.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.0 ptr fit 4.6
Racchetta: 2 x babolat pure drive gt

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da kingkongy il Mer 21 Mar 2012 - 13:24

nano...allora si può dire che hai sposato una sirena !!!

Maggy... giusta chiusa finale (bella davvero), giusto sorriso, giusto "pubblico".... In-giusta giornata di palta, porkkk skif, acc, zozz, stik etc etc hehehehehhehehehehe

jagui e b52 ormai siete una scuola di pensiero...

Tibia, zero doppi falli? Ma che sei bionico?!! hehehehehhe

emmedue....hehehhehe birra per tutti, offro io!

MARTI, parliamo di cose serie: chi se ne frega del tennis andiamo in un'osteria!

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da bornstuborn il Mer 21 Mar 2012 - 13:55

Oh ragazzi per la questione strascichi mentali....

In generale non puoi eliminare i pensieri. Nel senso che se hai paura degli strascichi in un certo senso stai pensando proprio a quello e quindi è sicuro che te li porti dietro. Inoltre se ti rendi conto che hai un pensiero negativo dirsi " non devo pensarci" è proprio il modo migliore per fissarcisi!!!!

allora che si fa? si usa il metodo che usa chi soffre d'ansia ossia si "riempie la testa" con altri pensieri! devi pensare ad altro, qualcosa di possibilmente neutro. In questo senso un mantra è utile ma a mio avviso ti impegna troppo poco, cioè ti occupa poca testa non la riempe e può "lasciare spazio" ai pensieri che vuoi evitare.
Diciamo che parlando di tennis (e non di ansia per fortuna) si potrebbe pensare una cosa del tipo "guarda la palla" "segui la palla" "occhi sulla palla" essendo la palla una cosa che si muove impegna maggiormente il cervello, quindi butta fuori i pensieri negativi e aiuta anche a giocare.....poi ovvio questo è un esempio ognuno trova i suoi pensieri l'importante è che quando gli strascichi riaffiorano dobbiamo pensare a qualcosa e "riempirci la testa di altro".......se è funzionale al tennis è meglio Very Happy

bornstuborn
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 334
Età : 40
Località : Fabriano
Data d'iscrizione : 01.10.11

Profilo giocatore
Località: Fabriano (AN)
Livello: 4.nc
Racchetta: Head Microgel Prestige pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da kingkongy il Mer 21 Mar 2012 - 14:05

Eh no, caro il mio nipotino della Scuola di Vienna !!!
Guarda la palla ce lo siamo già giocato come mantra !!! heheheheheheh
Twisted Evil
Scherzi a parte, ne abbiam discusso a livello tecnico, concordando sull'utilità oggettiva (non solo psicologica).
Il mio "semplice semplice morbido morbido", infatti, come tu suggerisci, comporta un buon overload del processore-cervello...perché impegna anche e fortemente la memoria "sensoriale" e la proietta sul piano fisico e tecnico del "morbido" oltre che strategico "semplice".

Che poi morbido e semplice, nella mia memoria, sia l'equivalente di tirare tutto braccio con idee balzane di geometrie....questo è un altro discorso! Qui siamo nella patologia, nella psichiatria più che nella psicologia tennistica.... hehehehheeh

kingkongy
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 12074
Età : 51
Località : Nomade
Data d'iscrizione : 29.12.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: infimo
Racchetta: quella che c'è

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da maggy010 il Mer 21 Mar 2012 - 14:41

mah...... io la prendo ormai con filosofia, è inutile credersi di essere invincibili, io gioco utilizzando tutta la tecnica che so, ma non serve a nulla arrabbiarso inutilmente soprattutto quando si ha di fronte giocatori più forti tanto tecnicamente, quanto tennisticamente.

maggy010
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 607
Località : Circolo tennis San Giorgio del Sannio
Data d'iscrizione : 14.11.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.0 ptr fit 4.6
Racchetta: 2 x babolat pure drive gt

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da b52_ste il Mer 21 Mar 2012 - 14:42

@kingkongy ha scritto:

...jagui e b52 ormai siete una scuola di pensiero...


Uhm... sarà una cosa buona o cattiva? Very Happy

b52_ste
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1461
Età : 34
Località : Faenza
Data d'iscrizione : 30.05.11

Profilo giocatore
Località: Faenza
Livello: direi ITR 3.5
Racchetta: 2x Dunlop Biomimetic 300

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da nanobabbo8672 il Mer 21 Mar 2012 - 15:01

@kingkongy ha scritto:Che poi morbido e semplice, nella mia memoria, sia l'equivalente di tirare tutto braccio con idee balzane di geometrie....questo è un altro discorso! Qui siamo nella patologia, nella psichiatria più che nella psicologia tennistica.... hehehehheeh

Very Happy Very Happy Very Happy
quando gioco il doppio con mio babbo e iniziamo a soffrire coppie tecnicamente più scarse, iniziamo a dirci di giocare facile e fare cose semplici (sia tecnicamente che tatticamente)... poi però arriva il temuto pallonetto lento... e lì il lato oscuro annebbia il cervello (è incontrollabile) è il tweneer è d'obbligo... quando lo sbaglio (non spesso) rimpiango di non giocare con coppie forte che tirano sempre il passante e raramente il lob... Sad

nanobabbo8672
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 6677
Età : 44
Località : Ravenna
Data d'iscrizione : 10.09.09

Profilo giocatore
Località: Ravenna
Livello: ITR 4.0 - FIT NC
Racchetta: Pro Kennex KI15 300 2011

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da emmedue il Mer 21 Mar 2012 - 15:07

Marti cos'hai combinato, hai creato un mostro! Very Happy
qua tirano fuori né più né meno il modello Human Information Processing, la filosofia orientale, la teoria cognitivista, con innesti di Goleman e Bandura a go-go! 'mmazza quanto siete forti cheers
Oggi due orette di allenamento, chissà che verrà fuori! Basketball

emmedue
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 72
Età : 42
Località : Roma
Data d'iscrizione : 01.12.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: FIT 4.4 - ITR 3.5/4.0
Racchetta: Head IG Prestige S

Tornare in alto Andare in basso

Re: depressione post sconfitta

Messaggio Da Andras il Mer 21 Mar 2012 - 15:11

Sarà la mia veneranda età ma al netto della furia cieca che talvolta accompagna alcune mie sconfitte cocenti sono persuaso di imparare molto di più dalle sconfitte che dalle vittorie.

Le sconfitte rimpiccioliscono l'ego e ci costringono ad evolvere, anche tennisticamente.

Le vittorie invece lo accrescono ed in genere servono soprattutto a smarrire la strada del proprio tennis migliore.

La vera sfida nel tennis è riuscire a vincere senza trasformare la cosa in un esercizio di ipertrofismo per il proprio ego ma da quel che vedo in giro ad occhio e croce penso che in confronto sia più facile giocare la voleè di rovescio come la giocava Stefan Edberg........e parlo per tutti, anche per chi sta scrivendo ora

Andras
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 872
Età : 45
Località : Ferrara
Data d'iscrizione : 29.08.11

Profilo giocatore
Località: Ferrara
Livello: mi son ritirato che ero appena diventato 4.3
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 5 Precedente  1, 2, 3, 4, 5  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum