Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Mono poliestere copoly e cosi via: le generazoni dei monofilamenti

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Mono poliestere copoly e cosi via: le generazoni dei monofilamenti

Messaggio Da FederYonex il Mar 24 Gen 2012 - 23:42

ciao a tutti. Posto qui una descrizione delle 4 generazioni di poliesteri attualmente presenti sul mercato, presa ovviamente da un altro post in cui discutevo d'altro con Eiffel (e chi, se no?).

" -mono di prima generazione: monofili monomateriale, prevalentemente poliestere o poliammide, senza leganti particolari. Esempi classici Kirschbaum SuperSmash e Babolat Tour Duralast (poly) e Babolat Tour Prospeed (nylon). Buona resa nel brevissimo termine, tenuta di tensione scarsa, tendenza al movimento dopo poche ore

-mono di seconda generazione: aggiunta di leganti metallici e/o aramidici e di poliesteri/poliammidi di diversa densità, da cui il nome "copoly": tra i più noti, LXN BBAlu ed Original, Babolat pro Hurricane, Kirschbaum Touch turbo, Pacific Poly Force. Tenuta migliorata (ma non eccelsa), maggior reattività, minor movimento delle corde, maggior trasferimento di energia alla palla.

-mono di terza generazione: aggiunta di materiali ammortizzanti (gel, plasma, gomme sintetiche) anche se in maniera "semplicistica" (normalmente una guaina sul nucleo base) e trattamenti termici diversificati. Eventuale sagomatura/torcitura della superficie esterna per aumentare la capacità di spin. Signum pro poly plasma (in tutte le sue varianti) e la "figlia " Tornado/Hyperion, Babolat PHT/RPM, Gamma ZO Tour, MSV Focus, TF Black Code/RedCode sono tutte corde pluripremiate di questa generazione. Ad ogni trattamento corrisponde una specifica diversa, per cui è più difficile generalizzare su pregi e (minori) difetti...

-mono di quarta generazione: impiego di materiali innovativi come ionomeri, etilene, propilene, olefine ed altri inerti, soli o combinati con copoliestere o copoliammide, tendono a limare le differenze tra le corde precedenti ed i più performanti, ma delicati, multi di fascia alta. L'aggiunta ulteriore di materiali ammortizzanti le rende al tempo stesso abbastanza reattive, confortevoli, durature; c'è ancora da migliorare alcuni aspetti, ma il domani del mono è orientato "lì".
Regina incontrastata è la isospeed, al punto da fabbricare per conto terzi o vendere il brevetto ad altri marchi. Il vantaggio principale di queste tecnologie è il potere fare una corda letteralmente "su misura" a seconda delle diverse richieste..."

Ecco, cosi quando si parla di monofili e via dicendo possiamo partire da un punto fermo, cioé la generazione di appartenenza e avere già una prima indicazione di che cosa ci puó offrire quella corda.




FederYonex
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 548
Data d'iscrizione : 23.04.11

Profilo giocatore
Località: Bergamo
Livello: 3.5 ITR;
Racchetta: Mantis 300

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum