Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

domanda sulle differenze di calibro di una corda

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da abracadabra78 il Dom 15 Nov 2009 - 19:13

Promemoria primo messaggio :

scusate una domanda,il dubbio mi assale ,una corda di calibro piu sottile,ad esempio una 1.20 rispetto a una 1.25 o 1.30 dovrebbe garantire un uscita di palla migliore e soprattutto piu rotazione,piu spin perche' essendoci piu spazio tra le corde si dovrebbe avere piu grip sulla palla giusto?se si....nel caso di una corda esagonale o pentagonale vale lo stesso discorso?nel senso che pensandoci bene,per fare un esempio a caso ,black code che sono pentagonali,con un calibro piu sottile,nn so,1.18 rispetto a un 1.24 gli spigoli del pentagono sono meno marcati nel calibro piu piccolo,o meglio la palla li dovrebbe sentire di meno,dunque in teoria dare meno spin,dico una fesseria o puo' essere una giusta considerazione?dunque la domanda principale e'.....in una corda pentagonale o esagonale da piu spin il calibro piu sottile o il calibro piu grosso?grazie,ciao...............

abracadabra78
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 10016
Età : 38
Località : milano
Data d'iscrizione : 11.08.09

Profilo giocatore
Località: milano
Livello: fit 4.2
Racchetta:

Tornare in alto Andare in basso


Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da Eiffel59 il Sab 26 Feb 2011 - 7:04

Che la corda diventa meno performante ma più progressiva, il che consente un maggior controllo (che compensa il minor spin e la minor velocità. a quel punto più dipendenti dalla forza fisica del giocatore e dal suo gesto teNNico ).
A quel punto sale pure il peso della palla, perchè la corda fa più "muro" e permette a parità di tutti i parametri una maggiore restituzione energetica.

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40494
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da diego_df il Sab 26 Feb 2011 - 9:12

come combinazioni possibili (e mi scuso per essermi espresso male) intendevo anche la possibilità di mettere il mono sulle orizzontali

diego_df
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 165
Data d'iscrizione : 04.03.10

Profilo giocatore
Località: mestre
Livello: da scarso in giù forse con un po' di speranza
Racchetta: yonex rdis100 custom

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da Eiffel59 il Mar 1 Mar 2011 - 6:19

Non cambia..il mono resta la corda dominante (stante la sua maggior durezza), ergo le caratteristiche rimarranno quelle sopra indicate..solo che essendo il verticale sulle verticali, salirà il confort ed in generale la giocabilità (ma con minor durata)

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40494
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da diego_df il Mar 1 Mar 2011 - 8:22

allora devo provarla questa "verticale sulle verticali", è una corda nuovaaaaaaaaaaaa! Very Happy

(scusa maestro)

diego_df
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 165
Data d'iscrizione : 04.03.10

Profilo giocatore
Località: mestre
Livello: da scarso in giù forse con un po' di speranza
Racchetta: yonex rdis100 custom

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da Eiffel59 il Mar 1 Mar 2011 - 10:21

Eeeeeeeeeehh prova tu a rispondere alla donna via sms, farti la barba e controllare di non scrivere caXXate (appunto Very Happy)

Bella lì, almeno ti ho fatto ridere..il che di questi tempi non è poco Wink

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40494
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da diego_df il Mar 1 Mar 2011 - 14:24

il multistasking ce lo hanno solo le pulzelle Wink

diego_df
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 165
Data d'iscrizione : 04.03.10

Profilo giocatore
Località: mestre
Livello: da scarso in giù forse con un po' di speranza
Racchetta: yonex rdis100 custom

Tornare in alto Andare in basso

Corde Calibro grosso

Messaggio Da Nadel il Gio 24 Mar 2011 - 19:32

Purtroppo causa consumo corde eccessivo per le mie tasche, devo per forza orientarmi su calibri grossi (1,35 se non 1,40).
Potreste consigliarmi alcuni modelli di monofilo con tali calibri, con un buon rapporto qualità prezzo ?


Nadel
Nuovo arrivato
Nuovo arrivato

Numero di messaggi : 46
Data d'iscrizione : 19.10.10

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: Babolat Aero Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da Eiffel59 il Gio 24 Mar 2011 - 21:13

Parlare di "qualità" in calibri del genere è arduo...però qualche eccezione c'è...Signum ha il Poly Deluxe in 1,33 ed 1,38, Pacific il Poly Power in 1,35, Polystar lo Strike 1,35, Target il Concept 3 Soft in 1,35 ed 1,40 e Starburn il nuovo Dynamite HDC in 1,35 e (su ordinazione) 1,38...tutti quanti nominalmente disponibili sia in set che in rotoli, ma in realtà nella maggior parte dei casi, solo in questi ultimi.

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40494
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Calibro maggiore -> maggior "morbidezza"?

Messaggio Da Aerogel il Gio 28 Apr 2011 - 19:21

In giro sul web ho letto che in realtà le corde con un calibro maggiore (più spesse) si deflettono di più, cioè son più morbide, rispetto a quelle di calibro minore (più sottili).

In realtà questo tipo di relazione sembra essere legato innanzitutto al range di tensione della corda della quale si osserva il comportamento nello specifico e, ma non ne sono sicuro, al materiale della stessa. Ma non ho affatto un quadro chiaro...

Visto che questo andrebbe contro le credenze più comuni, mi piacerebbe aprire un dibattito con il supporto, appena possibile, anche del nostro Mario.

Grazie a chi vorrà partecipare Wink

Aerogel
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 729
Età : 31
Località : prov. LT
Data d'iscrizione : 27.11.09

Profilo giocatore
Località: Gaeta - Roma
Livello: I.T.R. "3.75"
Racchetta: Dunlop M-fil 300 custom

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da Eiffel59 il Sab 30 Apr 2011 - 7:19

Come giustamente hai intuito, è tutto legato al range di tensione della corda. Però si, in linea generale è così: a parità di modello, i calibri più sottili sono più rigidi di quelli più grossi..in generale, ma non "sempre". Mi spiego meglio: normalmente, specie nelle corde più moderne, i calibri più sottili sono ottenuti compattando maggiormente i materiali, o meglio, la stessa quantità/densità degli stessi, da cui appunto una maggior rigidità delle "fini".
Ma non è sempre così: nelle lavorazioni di maggior pregio, viene utilizzata una quantità/densità proporzionale al calibro che si vuole ottenere, risultando così invariato il feeling (a livello "morbidezza") indipendentemente dal calibro stesso...ovvio poi che coi calibri più sottili si otterrà più spin ed esplosività e con quelli più grossi più controllo e progressività...

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40494
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da andrea1672 il Dom 10 Giu 2012 - 3:16

A tuo avviso, nello specifico: su una corda come la MSV Hepta twist, con la quale mi sono trovato molto bene nel calibro 1,20, che differenze percepirei nel calibro 1,25?

andrea1672
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1983
Età : 44
Località : Roma
Data d'iscrizione : 07.06.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4.5/5.0 - Fit 4.3; Istruttore 1˚grado FIT
Racchetta: Babolat Pure Storm Tour GT; ZUS (prot.-49RA); Yonex AI98

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da Eiffel59 il Dom 10 Giu 2012 - 5:47

La 1.25 la reputo superiore sotto tutti gli aspetti. Unico neo, proprio per come è fabbricata, che ha maggior perdita di tensione la più spessa della sottile...

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40494
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da adip89 il Dom 10 Giu 2012 - 14:48

@Eiffel59 ha scritto:normalmente, specie nelle corde più moderne, i calibri più sottili sono ottenuti compattando maggiormente i materiali, o meglio, la stessa quantità/densità degli stessi, da cui appunto una maggior rigidità delle "fini".
Ma non è sempre così: nelle lavorazioni di maggior pregio, viene utilizzata una quantità/densità proporzionale al calibro che si vuole ottenere, risultando così invariato il feeling (a livello "morbidezza") indipendentemente dal calibro stesso
Molto interessante questo discorso.
Attualmente queste lavorazioni in relazione al calibro differente a cui fai riferimento in che corde/marche si riscontrano?
Grazie

adip89
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1230
Età : 27
Località : Urbino
Data d'iscrizione : 18.07.11

Profilo giocatore
Località: Urbino (PU)
Livello:
Racchetta: Wilson nCode Six One 95 (16x18)

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da Eiffel59 il Dom 10 Giu 2012 - 15:29

Solo in roba di prezzo elevato come le XCite o certe versioni di Ytex ed L-Tec. Delle nostre questa costruzione ce l'ha la Quadra.
Per scelta, essendo una corda "work in progress", abbiamo deciso di darle un prezzo "umano"

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40494
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da ulix68 il Gio 21 Mar 2013 - 9:55

@Eiffel59 ha scritto:La 1.25 la reputo superiore sotto tutti gli aspetti. Unico neo, proprio per come è fabbricata, che ha maggior perdita di tensione la più spessa della sottile...

Quindi avendo per esempio montato sulla Dunlop200 lite una pacific poly power pro da 1.30 a 24/23 4 nodi, con la quale il feeling è stato
immediato ed effettivamente la palla restava
sempre in campo ed invece l'unico neo é stato la poca sensibilità nel tocco di fino (sulla APD con RPM blast 1.25 24/25 non ho questo prob), la domanda è:

se abbasso a 1.25 il calibro della Pacific PPP lasciando inalterato il resto riesco ad avere un maggior tocco oppure devo ridurre ulteriormente ? eventualmente quale può essere il contro ?

ulix68
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 251
Età : 48
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 12.11.10

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: in miglioramento
Racchetta: Head Graphene Radical Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da andrea1672 il Gio 21 Mar 2013 - 10:11

A parità di altri parametri, dovresti avere più sensibilità. Magari a discapito di una minor durata di vita della corda.

andrea1672
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1983
Età : 44
Località : Roma
Data d'iscrizione : 07.06.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4.5/5.0 - Fit 4.3; Istruttore 1˚grado FIT
Racchetta: Babolat Pure Storm Tour GT; ZUS (prot.-49RA); Yonex AI98

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da ulix68 il Gio 21 Mar 2013 - 11:31

@andrea1672 ha scritto:A parità di altri parametri, dovresti avere più sensibilità. Magari a discapito di una minor durata di vita della corda.

La durata della corda mi interessa relativamente, quello che mi interessa é sentire la palla e quindi sto cercando il calibro giusto che a questo punto penso non debba essere superiore all' 1.25

ulix68
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 251
Età : 48
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 12.11.10

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: in miglioramento
Racchetta: Head Graphene Radical Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da andrea1672 il Gio 21 Mar 2013 - 13:30

Dimmelo a me... per me è pure troppo! Io gioco con 1,20 o poco più, a seconda poi della corsa e dei calibri in cui è disponibile.

andrea1672
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1983
Età : 44
Località : Roma
Data d'iscrizione : 07.06.10

Profilo giocatore
Località: Roma
Livello: ITR 4.5/5.0 - Fit 4.3; Istruttore 1˚grado FIT
Racchetta: Babolat Pure Storm Tour GT; ZUS (prot.-49RA); Yonex AI98

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da Eiffel59 il Gio 21 Mar 2013 - 14:44

Adesso poi coi nuovi materiali la tendenza è alla discesa (sia di calibro che di tensioni) ergo...

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40494
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da MARIO966 il Gio 21 Mar 2013 - 14:51

Io sono passato da 1,30 a 1,25 non sento differenze a parità di tensione!!

MARIO966
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1539
Data d'iscrizione : 27.07.12

Profilo giocatore
Località: Genzano di Roma (Rm)
Livello: 3,5 I.T.R.
Racchetta: PK Q 5 -315 Warrior 100 pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da Eiffel59 il Gio 21 Mar 2013 - 14:56

Con che corda?
E su che telaio?

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40494
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da MARIO966 il Gio 21 Mar 2013 - 15:21

Sensation 1,25 vs dunlop mfil 1,30 slazenger 323 tour a 20/20

MARIO966
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 1539
Data d'iscrizione : 27.07.12

Profilo giocatore
Località: Genzano di Roma (Rm)
Livello: 3,5 I.T.R.
Racchetta: PK Q 5 -315 Warrior 100 pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da Eiffel59 il Gio 21 Mar 2013 - 15:38

Mario, son corde differenti...
Il discorso era relativo a pari corda e tensione ma calibro differente

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40494
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da ulix68 il Gio 21 Mar 2013 - 16:43

@Eiffel59 ha scritto:Mario, son corde differenti...
Il discorso era relativo a pari corda e tensione ma calibro differente

Passare da Pacific poly power pro da 1.30 24/23 4 nodi a 1.25 su Dunlop Bio200 lite, migliora il tocco o la differenza è minima ? devo diminuire ulteriormente ?


P.S.: sinceramente fino ad oggi ( e ne ho provate diverse) le uniche due corde con cui ho sentito veramente la palla di tocco della serie "a rete la metto dove mi pare" son state sulla Prince Rebel Team 95 con la Kirschbaum 1.20 a 23/24 4 nodi e sulla APD con RPM Blast 1.25 24/25 a 2 nodi...

ulix68
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 251
Età : 48
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 12.11.10

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: in miglioramento
Racchetta: Head Graphene Radical Pro

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da Eiffel59 il Ven 22 Mar 2013 - 6:07

Passa pure all'1.25, la differenza è percepibile.
In generale, le differenze di calibro sono tanto più percepibili quanto è maggiore la differenza di due parametri basilari: innalzamento della tensione all'impatto (determina lo shock trasmesso rispetto alla rigidità dinamica) e dwelltime (tempo di contatto tra palla e corda).
Un esempio pratico: la LXN TiMo (1.22/1.17/1.10) ha rigidità non troppo dissimili a 23 kg (229/216/206) ma all'impatto la tensione del calibro più sottile si innalza di circa 2.5 libbre meno rispetto agli altri due, ed al contempo il dt si innalza di più di un millisecondo, dando la percezione "fisica" di maggior tocco e confort.
Il cervello reagisce in tempi molto più rapidi agli stimoli sensoriali, e ciò produce un gioco più facile.
Ovviamente ci sono eccezioni in cui è il calibro più grosso a fornire un maggior feedback (o meglio, uno più confortevole) però la norma è l'inverso.

Eiffel59
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 40494
Età : 57
Località : Brescia/Parigi
Data d'iscrizione : 06.10.09

Profilo giocatore
Località:
Livello:
Racchetta: vedi firma

Tornare in alto Andare in basso

Re: domanda sulle differenze di calibro di una corda

Messaggio Da ulix68 il Ven 22 Mar 2013 - 13:35

@Eiffel59 ha scritto:Passa pure all'1.25, la differenza è percepibile.
In generale, le differenze di calibro sono tanto più percepibili quanto è maggiore la differenza di due parametri basilari: innalzamento della tensione all'impatto (determina lo shock trasmesso rispetto alla rigidità dinamica) e dwelltime (tempo di contatto tra palla e corda).
Un esempio pratico: la LXN TiMo (1.22/1.17/1.10) ha rigidità non troppo dissimili a 23 kg (229/216/206) ma all'impatto la tensione del calibro più sottile si innalza di circa 2.5 libbre meno rispetto agli altri due, ed al contempo il dt si innalza di più di un millisecondo, dando la percezione "fisica" di maggior tocco e confort.
Il cervello reagisce in tempi molto più rapidi agli stimoli sensoriali, e ciò produce un gioco più facile.
Ovviamente ci sono eccezioni in cui è il calibro più grosso a fornire un maggior feedback (o meglio, uno più confortevole) però la norma è l'inverso.

... che dire ??? grazie mille Mario king, anche stavolta ho imparato qualcosa di nuovo sunny.

ulix68
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 251
Età : 48
Località : Toscana
Data d'iscrizione : 12.11.10

Profilo giocatore
Località: Toscana
Livello: in miglioramento
Racchetta: Head Graphene Radical Pro

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum