Benvenuti sul forum di PassioneTennis dedicato a tutti coloro che praticano o si avvicinano per la prima volta al gioco del Tennis.
Da qui potete decidere di connettervi, se siete già membri del forum, o registrarvi nel caso in cui vogliate far parte anche voi del nostro gruppo.

Ricordo che la registrazione comporta dei vantaggi accessori, quali:
- interazione con gli utenti del forum postando gli argomenti o quesiti di vostro interesse;
- accesso ad alcune aree del forum riservate solo ai membri;
- accesso ai menù (altrimenti non visibili come utenti "Ospiti" non loggati) tramite i quali è possibile accedere ad altre aree del forum esclusive quali Download, Livescore ed altro...
- personalizzare i messaggi, il profilo, gestire gli argomenti sorvegliati, partecipare alle mailing list ed altro ancora
- possibilità di interagire con l'area Mercatino dell'usato
- altro...

Il tutto, naturalmente, assolutamente gratis!

Buona navigazione su Passionetennis.it

Dopo la sconfitta

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Dopo la sconfitta

Messaggio Da netplay il Dom 2 Ott 2011 - 12:42

ciao ragazzi,

dopo la sconfitta io sono solito rimuginare sulla partita, cercando di sforzarmi la memoria e capire dove ho sbagliato, cosa non è andato, cerco di ricordarmi il piu' possibile i punti persi, quelli che mi sono mangiato ecc, ecc, cioè cerco di fare una specie di sintesi del mahtc.

What a Face

il punto pero' è: non ci riesco! non riesco a ricordarmi bene come è andata, non mi ricordo i punti persi, trovo una difficoltà enorme e fare una sintesi............. volevo sapere se succede anche a voi!!!???

cioè ovviamente qualcosa mi ricordo, ma non tutto.

grazie:shock:

netplay
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 283
Data d'iscrizione : 07.08.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.5
Racchetta: non lo so

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da onehandedbackhand il Dom 2 Ott 2011 - 13:05

il tuo stato è comune a chi non si concentra a dovere durante il match e la fatica che fai ad analizzare la partita è forse la stessa che provi nell'applicarti con la racchetta in mano.
Il tennis è uno sport tecnico, ma prima ancora mentale e il giusto approccio alla gara, la dovuta attenzione durante il match e la lucida analisi post partita a mio avviso sono più importanti del gesto tecnico stesso (ai nostri livelli ovvio)... comunque non preoccuparti, l'esperienza accumulata riuscirà a migliorarti anche sotto questo livello ed il fatto che tu già te ne renda conto e l'apertura sotto questo punto di vista ai futuri cambiamenti è un ottimo punto di partenza! Wink

onehandedbackhand
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1457
Età : 42
Data d'iscrizione : 27.06.11

Profilo giocatore
Località: latitudine 38.21930 longitudine 15.24048
Livello: amatore (anche nel tennis)! 3.qualcosa FIT
Racchetta: Yonex SV95

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da Hammer72 il Dom 2 Ott 2011 - 14:01

@onehandedbackhand ha scritto:il tuo stato è comune a chi non si concentra a dovere durante il match e la fatica che fai ad analizzare la partita è forse la stessa che provi nell'applicarti con la racchetta in mano.
Il tennis è uno sport tecnico, ma prima ancora mentale e il giusto approccio alla gara, la dovuta attenzione durante il match e la lucida analisi post partita a mio avviso sono più importanti del gesto tecnico stesso (ai nostri livelli ovvio)... comunque non preoccuparti, l'esperienza accumulata riuscirà a migliorarti anche sotto questo livello ed il fatto che tu già te ne renda conto e l'apertura sotto questo punto di vista ai futuri cambiamenti è un ottimo punto di partenza! Wink

Credo che tu abbia ragione in toto , ma purtroppo non sono di quelli che riesce a farlo , mi sconcentro durante le partite , perdo lucidità non riesco ad incazzarmi abbastanza delle sconfitte subite e rifaccio gli stessi errori.....

Hammer72
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4709
Età : 44
Località : Alessandria / Torino
Data d'iscrizione : 25.05.10

Profilo giocatore
Località: Alessandria
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: BABOLAT PURE AERO E APD GT ROLAND GARROS

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da onehandedbackhand il Dom 2 Ott 2011 - 14:33

@Hammer72 ha scritto:
@onehandedbackhand ha scritto:il tuo stato è comune a chi non si concentra a dovere durante il match e la fatica che fai ad analizzare la partita è forse la stessa che provi nell'applicarti con la racchetta in mano.
Il tennis è uno sport tecnico, ma prima ancora mentale e il giusto approccio alla gara, la dovuta attenzione durante il match e la lucida analisi post partita a mio avviso sono più importanti del gesto tecnico stesso (ai nostri livelli ovvio)... comunque non preoccuparti, l'esperienza accumulata riuscirà a migliorarti anche sotto questo livello ed il fatto che tu già te ne renda conto e l'apertura sotto questo punto di vista ai futuri cambiamenti è un ottimo punto di partenza! Wink

Credo che tu abbia ragione in toto , ma purtroppo non sono di quelli che riesce a farlo , mi sconcentro durante le partite , perdo lucidità non riesco ad incazzarmi abbastanza delle sconfitte subite e rifaccio gli stessi errori.....

ovviamente e paradossalmente aggiungerei, il tennis agonistico "nostrano" e molto più complicato sotto il punto di vista mentale persino del tennis professionistico..
non è facile concentrarsi in quelle due ore se (come capita a me nei tornei di IV) guardi continuamente l'orologio per non far tardi al rientro pomeridiano in ufficio o se ti squilla il cellulare (puntualmente la moglie che chiede a che ora torni perchè c'è da fare la spesa, portare i figli ovunque ecc)..sono tutti condizionamenti che inevitabilmente catturano energie mentali e condizionano le nostre performances. Ma tenere alta la concentrazione durante un match tirato ed equilibrato sebbene dalla mia premessa possa sembrare difficilissimo, non è così impossibile. Personalmente mi aiuta molto la routine dei gesti prima di servire o di rispondere, prendermi tutto il tempo disponibile cercando di visualizzare lo schema di gioco, di capire il punto debole dell'avversario, raccogliere le palline a fondo campo molto lentamente..Alla fine ce l'ho fatta, quando gioco penso solo al tennis, mi chiudo in una campana di vetro tant'è che nei tornei a squadre non scambio neanche una parola con i miei compagni di squadra se non al cambio campo e se lo faccio sono opinioni sul mio match, di tattica!
Con la moglie invece ho risolto diversamente: le ho insegnato un pochino a giocare così viene a seguirmi nei tornei (con la scusa della gita fuori porta nei tornei regionali a squadre Smile ) e non mi chiama al cellulare (che purtroppo devo tenere acceso per motivi di reperibilità).
Ma credimi, fino a pochi anni fa ero talmente stralunato che non mi ricordavo neanche il punteggio e dovevo chiederlo continuamente all'avversario..vedi un po' Suspect

onehandedbackhand
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1457
Età : 42
Data d'iscrizione : 27.06.11

Profilo giocatore
Località: latitudine 38.21930 longitudine 15.24048
Livello: amatore (anche nel tennis)! 3.qualcosa FIT
Racchetta: Yonex SV95

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da Hammer72 il Dom 2 Ott 2011 - 15:13

sante parole

Hammer72
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 4709
Età : 44
Località : Alessandria / Torino
Data d'iscrizione : 25.05.10

Profilo giocatore
Località: Alessandria
Livello: 4.1 FIT
Racchetta: BABOLAT PURE AERO E APD GT ROLAND GARROS

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da netplay il Dom 2 Ott 2011 - 18:10

quindi praticamente se non mi ricordo la partita è perchè durante la partita stessa non sto concentrato. pero' se stessi concentrato sempre forse farei anche meno errori, delle volte mi succede che se il mio avversrio è piu' debole, mi deconcentro e richio di perdere!

grazie a tutti per le risposte

netplay
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 283
Data d'iscrizione : 07.08.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.5
Racchetta: non lo so

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da onehandedbackhand il Dom 2 Ott 2011 - 20:10

@netplay ha scritto:quindi praticamente se non mi ricordo la partita è perchè durante la partita stessa non sto concentrato. pero' se stessi concentrato sempre forse farei anche meno errori, delle volte mi succede che se il mio avversrio è piu' debole, mi deconcentro e richio di perdere!

grazie a tutti per le risposte

se non soffri di alzheimer è proprio là che devi cercare i motivi lol!
scherzi a parte è proprio come dici, le disattenzioni a volte portano a rischiare di perdere anche con persone sulla carta meno capaci di noi..e ti assicuro che sono sconfitte che lasciano il segno e minano la nostra fiducia..Risalire poi è davvero dura! Sad

onehandedbackhand
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1457
Età : 42
Data d'iscrizione : 27.06.11

Profilo giocatore
Località: latitudine 38.21930 longitudine 15.24048
Livello: amatore (anche nel tennis)! 3.qualcosa FIT
Racchetta: Yonex SV95

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da jjoe81 il Lun 3 Ott 2011 - 18:34

beh io dopo la partita mi ricordo per bene tutti i miei errori...e anche tutti i miei punti ben riusciti...

però comunque durante la partita ho dei cali mentali di concentrazione...come dice un mio amico che gioca spesso con me: entro ed esco, entro ed esco continuamente dal match!

jjoe81
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 613
Età : 35
Località : Ivrea (Torino)
Data d'iscrizione : 23.08.11

Profilo giocatore
Località: Ivrea (Torino)
Livello: ITR 3.75
Racchetta: Wilson nCode Pro Open

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da onehandedbackhand il Lun 3 Ott 2011 - 19:48

@jjoe81 ha scritto:beh io dopo la partita mi ricordo per bene tutti i miei errori...e anche tutti i miei punti ben riusciti...

però comunque durante la partita ho dei cali mentali di concentrazione...come dice un mio amico che gioca spesso con me: entro ed esco, entro ed esco continuamente dal match!

e chi non li ha i cali di concentrazione?
A me, che mi ritengo molto solido di testa, capita a volte di perdere i punti successivi ad un punto magari contestato dove necessariamente si abbandona momentaneamente la partita magari per far vedere il segno all'arbitro sulla terra e bisogna rientrare con la concentrazione immediatamente..Ancora faccio un po' fatica, ma è un mio limite, lo conosco e proverò a superare anche questo..
Il problema sta nel ridurre i cali al massimo ad un paio di punti in tutto il match..ed un consiglio che personalmente mi sento di dare è quello di giocare le partite di allenamento come fossero finali, senza parlare e cercando di rimanere in partita con la testa perchè anche quest'ultima DEVE essere allenata nel tennis Wink

onehandedbackhand
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1457
Età : 42
Data d'iscrizione : 27.06.11

Profilo giocatore
Località: latitudine 38.21930 longitudine 15.24048
Livello: amatore (anche nel tennis)! 3.qualcosa FIT
Racchetta: Yonex SV95

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da alba77 il Lun 3 Ott 2011 - 20:44

Io ho sempre sofferto di questi cali di attenzione e soprattutto conducendo con ampio vantaggio che ho subito delle rimonte, a volte vincendo a volte anche prendo. Al punto che il calo di concentrazione può rendere il fisico poco reattivo e far subentrare la stanchezza - non lo so o è il calo fisico che inevitabilmente induce al calo mentale - ma a me sono successe entrambe.

Per fortuna in torneo è tutto diverso e l'attenzione rimane più alta, e una smemorata come me che prima si perdeva continuamente il punteggio ora se lo ricorda con molta facilità.

Ovvio chiedere di ridurre i cali di attenzione a soli 2 punti in tutto il match mi sembra impossibile, ma l'importante è non andare oltre 2 punti consecutivi in un game perché se stai 0-40 puoi recuperare come molte volte faccio, ma i rischi aumentano.

Dopo i match non mi ricordo tutti i punti bene o male giocati, ma ho delle idee di cosa è andato bene e cosa no. Poi, ovvio che i punti cruciali o delle magie nel nostro piccolo, uno se li ricordi un po' di più.


L'importante è che dopo le sconfitte ci sia una giusta analisi tecnico-tattica ma dopo si deve resettare e pensare che si è capaci di giocare come si è sempre fatto, se non forse un pochino meglio. D'altronde uno deve pur vincere. Altrimenti si rischia di perdere la fiducia e si comincia a giocare davvero male.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da netplay il Mar 4 Ott 2011 - 10:51

quoto al 100% alba, se uno perde sempre perde la fiducia in se stessi.

io per esempio, questa estate sono riuscito ad affilare 6 sconfitte di seguito e stavo veramente male, non riscivo a capire cosa non andava. poi ho fatto un po' di lezioni singole e da lì ho ripreso a vincere qualche partita e ho anche ripreso fiducia. ma io mi chiedo se esiste un altro sport che abbia un coinvolgimento mentale - psicologico - esistenziale come questo....

qualcuno dice che anche il golf è cosi' ma io non ci credo

netplay
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 283
Data d'iscrizione : 07.08.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.5
Racchetta: non lo so

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da alba77 il Mar 4 Ott 2011 - 11:19

@netplay ha scritto:ma io mi chiedo se esiste un altro sport che abbia un coinvolgimento mentale - psicologico - esistenziale come questo....

qualcuno dice che anche il golf è cosi' ma io non ci credo

Il braccio di ferro Very Happy Very Happy Very Happy
Scusate l'OT
Comuque penso la cosa riguardi in parte anche i campioni di punta nelle squadre di clcio ad esempio e forse anche pallavolo che richiede più concentrazione. Credo succeda anche in altri sport individuali. Il problema è che nel tennis le partite durano tanto e la lucidità mentale non deve mai calare, mentre nel calcio sono momenti.
Ma di campioni che sono stati in crisi ne abbiamo sentito parlare più volte.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da TheSainT il Mar 4 Ott 2011 - 11:32

Io ho giocato tanti anni a pallavolo, anche serie C, prima di dedicarmi al tennis e posso assicurare che l'aspetto mentale è fondamentale anche lì ma nel tennis c'è l'ulteriore aggravante della "solitudine" che amplifica ogni sensazione.
Nessuno può aiutarti, devi farlo da solo, ed in questo senso ritengo sia lo sport migliore per imparare a contare solo su se stessi, cosa che può aiutare molto anche nella vita di tutti i giorni.

TheSainT
Frequentatore
Frequentatore

Numero di messaggi : 127
Età : 38
Località : Latina
Data d'iscrizione : 13.09.11

Profilo giocatore
Località: Latina
Livello: 4.0 ITR
Racchetta: Head Pt57a e TGK 238.1 - Wilson H22 e H19

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da jjoe81 il Mar 4 Ott 2011 - 11:46

Anche io ho giocato per anni a basket a livello agonistico, anche in serie D, ma posso confermare che li avevi qualche aiuto continuo, nei timeout dall'allenatore, dai compagni di squadra più esperti...
nel tennis sei da solo a decidere, a condurre e organizzare il gioco...tutta un'altra cosa!

jjoe81
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 613
Età : 35
Località : Ivrea (Torino)
Data d'iscrizione : 23.08.11

Profilo giocatore
Località: Ivrea (Torino)
Livello: ITR 3.75
Racchetta: Wilson nCode Pro Open

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da Mr Lybra il Mar 4 Ott 2011 - 13:55

Se perdi perchè non ti concentri inizia a pensare che l'iscrizione al torneo ti è costata 22 euro, e vedi come ti torna la concentrazione!

Very Happy

Mr Lybra
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 426
Età : 30
Località : Quarto D'Altino
Data d'iscrizione : 18.08.11

Profilo giocatore
Località: Quarto D'Altino (VE)
Livello: 4.2
Racchetta: Wilson Pro open

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da jjoe81 il Mar 4 Ott 2011 - 14:01

@Mr Lybra ha scritto:Se perdi perchè non ti concentri inizia a pensare che l'iscrizione al torneo ti è costata 22 euro, e vedi come ti torna la concentrazione!


eh può essere un ottimo metodo per tenersi concentrati nei tornei!!! Cool Cool non funziona però nelle partitelle fra amici!!! eheh

jjoe81
Assiduo
Assiduo

Numero di messaggi : 613
Età : 35
Località : Ivrea (Torino)
Data d'iscrizione : 23.08.11

Profilo giocatore
Località: Ivrea (Torino)
Livello: ITR 3.75
Racchetta: Wilson nCode Pro Open

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da alain proust il Mar 4 Ott 2011 - 15:12

io ho scoperto, per quanto riguarda me, che il mio umore è tremendamente condizionato, in maniera persino eccessiva, dalla vittoria o dalla sconfitta. se perdo vado in depressione (salvo che non perda con uno di categoria nettamente superiore), e sto parlando sia di partitelle che di tornei e per qualche giorno ho il tennis in antipatia, non guardo supertennis, smetto di leggere, è come se volessi troncare o resettare.
se vinco, sempre che non sia con persone nettamente più scarse, la mia autostima tennistica ha un picco.
ciò che non riesco a razionalizzare è che la sconfitta è una costante ad ogni livello, quarta, seconda, pro, la sconfitta è parte integrante del gioco e se si guardano le statistiche di un 100 del mondo atp (basta guardare il sito atp) (questa osservazione l'ho presa da altro utente di altro forum, non è stata una mia idea, ed è brillante come osservazione), si scopre che a quei livelli c'è una percentuale annua di sconfitte e vittorie per cui più o meno ogni due vittorie c'è una sconfitta, il che pare una percentuale enorme di sconfitte, ma così è. e più si scende nel ranking atp (ma sempre di atp parliamo) più questa percentuale di sconfitte aumenta.
cioè, non è che dopo che ho vinto contro il mio pari livello sono un campione, e nemmeno che dopo che ho perso contro un altro pari livello sono diventato uno scarsone peggio di quello che ero prima.
eppure patisco le sconfitte e le vivo come un "crollo" di quanto ho raggiunto di tecnica fino a quel momento.

alain proust
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1429
Data d'iscrizione : 28.11.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: 4.0
Racchetta: PRINCE EXO3 TOUR 16x18

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da alain proust il Mar 4 Ott 2011 - 15:20

ad esempio, guardate qui questo scarsone Very Happy
http://www.atpworldtour.com/Tennis/Players/Ka/T/Tobias-Kamke.aspx?t=mr
20 sconfitte e 31 vittorie in carriera! praticamente ne vince 2 e ne perde poi 3, per semplificare.
e guardatene altri, ci sono percentuali interessanti.

ad esempio, questa pippa Very Happy http://www.atpworldtour.com/Tennis/Players/Top-Players/Lleyton-Hewitt.aspx?t=mr in carriera ogni 2 o 3 partite vinte, ne perdeva una, sempre in media, è chiaro. però è una statistica significativa di quanto anche i campioni affermati e con una tecnica ed una preparazione eccelsa, debbano affrontare la sconfitta giornalmente.

alain proust
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1429
Data d'iscrizione : 28.11.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: 4.0
Racchetta: PRINCE EXO3 TOUR 16x18

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da archery57 il Mar 4 Ott 2011 - 15:57

Ottima considerazione Alain anche pensando che le sconfitte che questi "signori" del tennis subiscono sono spesso per mano di giocatori molto meno forti di loro (quante volte sentiamo di una "eliminazione a sorpresa" di una testa di serie).

Io ne dedurrei semplicemente che ogni partita è una cosa a sè, indipendente da tutte quelle precedenti.
Certo, tendenzialmente si vincerà con chi ci è inferiore tecnicamente e si perderà con chi ci è superiore ma solo TENDENZIALMENTE.

Perdere con uno più debole o vincere con uno più forte saranno sempre cose possibili, anzi, proprio per le considerazioni fatte da Alain, direi certe Wink

archery57
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2222
Età : 59
Località : Padova
Data d'iscrizione : 24.05.11

Profilo giocatore
Località: Padova
Livello: ITR 3.5
Racchetta: 2 x Wilson Six One 95, 2 x Wilson Pro Staff Classic 95

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da alain proust il Mar 4 Ott 2011 - 16:09

@alain proust ha scritto:ad esempio, guardate qui questo scarsone Very Happy
http://www.atpworldtour.com/Tennis/Players/Ka/T/Tobias-Kamke.aspx?t=mr
20 sconfitte e 31 vittorie in carriera! praticamente ne vince 2 e ne perde poi 3, per semplificare.

mi cito per un'errata corrige: intendevo 20 vittorie e 31 sconfitte. che è peggio.

alain proust
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1429
Data d'iscrizione : 28.11.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: 4.0
Racchetta: PRINCE EXO3 TOUR 16x18

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da alba77 il Mar 4 Ott 2011 - 18:28

Davvero giuste le considerazione di Alain cheers
E' inutile negarlo - sia va in campo per vincere e se si perde il morale va giù e si perde fiducia, salvo rari casi in cui vai con uno molto più bravo e giochi un set a mo di allenamento cercando si strappare quanti più giochi possibile - io con uno da 6-0 sono arrivata a 6-2 con altre palle breack e vantaggi e questa è un'indicazione se sto migliorando.
Tornando al gioco dove il dislivello non è enorme... Sicuramente se si vince con uno più bravo di noi, con una palla più forte della nostra la fiducia cresce e viceversa se perdiamo da uno che noi consideriamo meno forte.
A me è successo di giocare sempre contro la stessa socia e non le avevo mai ceduto un set, finché un giorno io ho giocato davvero male e lei ne ha vinto uno - ci ero rimasta così male (la cosa era successa appena prima di ricoverarmi in primavera) che dopo il mio rientro, ancora con la forza e resistenza a un 30% del mio solito, mi ero vendicata rivincendo il set sempre al tie breack.
Poi ho perso anche una partita in 3 set, conducendo di un set e 4-0 al 2°, poi un calo fisico inspiegabile ... e finché non ho avuto la possibilità di rivincita battendola in 2 set non ho avuto pace.
In fine giocando all'ultimo torneo ho avuto un sorteggio proibitivo e ho perso da una ex 4.4 e futura 4.3 e la mia fiducia è scesa così tanto che la lezione dopo l'incontro non centrato una palla.

Il bello è che mi sono messa a pensare proprio a quanto diceva sopra Alain. Mi è venuto in mente il povero Chela liquidato da RF agli US O con un risultato severissimo, dove lo svizzero ha concesso solo 4-5 giochi in 3 set in 1 ora e 20 min.
Ebbene - Chela non potrà forse mai battere Federer, ma un torneo in carriera l'ha vinto e continua a giocare e a inseguire una sua strada - mica si è sparato o ritirato???

...così ho resettato e sono tornata a giocare bene, forse anche meglio, con più motivazione e grinta...

@archery57 ha scritto:
Certo, tendenzialmente si vincerà con chi ci è inferiore tecnicamente e si perderà con chi ci è superiore ma solo TENDENZIALMENTE.

Perdere con uno più debole o vincere con uno più forte saranno sempre cose possibili, anzi, proprio per le considerazioni fatte da Alain, direi certe Wink

Un'altra metafora della vita - Cerchiamo di inseguire una vita più agiatae miriamo a chi è meglio di noi economicamente e socialmente e non ci basta consolarci sapendo che c'è chi sta molto peggio... Per questo tendiamo ad avere ambizioni e nuovi stimoli e finché la scalata è in buona fede, senza sgomitare e capestare gli altri è giusto che sia così.
Ecco perché ci fa male perdere da chi consideriamo inferiore tecnicamente.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da netplay il Mer 5 Ott 2011 - 9:28

io mi ci vedo sia nelle parole di alain che in quelle di alba, io se perdo con uno che ritengo piu' scarso di me sto quasi una mezza giornata senza parlare! e comincio a rimuginare su quello che ho sbagliato e su come avrei dovuto fare per ribaltare il risultato. ieri stavo leggendo un post sullo zen sempre su questo forum a emi ha colpito il tizio che dopo aver letto per bene il libretto sullo "zen e l'arte del tennis" ora scende in campo "senza pensare ne' a vincere e ne' a perdere ma solo per il solo divertimento".... a me sembra un po' sui generis questa affermazione, quando vai a fare un torneo di 4° scendi in campo per divertirti?!? certo che si' ma vuoi vincere!" comunque mi fa piacere sapere che c'è qualcuno che come me soffre le sconfitte!

ad maiora!!Razz

netplay
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 283
Data d'iscrizione : 07.08.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.5
Racchetta: non lo so

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da alba77 il Mer 5 Ott 2011 - 9:47

All'inizio era tutto facile. Ero sfaforita in partenza di ogni match e ci poteva stare. Man mano che si migliora e il livello sale diventa sempre più difficile accettare sconfitte dai "meno forti"

Comunque quando da bambina giocavo partite di 4 ore, mai finite per l'oscurità, tutte queste pippe mentali non c'erano. Mi bastava colpire la pallina. Ora mi diverto, questo si - anche se perdo, però un po' mi dispiace... Dipende anche in che modo si perde e quali sono le scusanti.
Poi se sai che hai dato tutto, che non hai mollato fino all'ultimo puoi stare bene con te stesso.

alba77
Veterano
Veterano

Numero di messaggi : 2845
Età : 39
Data d'iscrizione : 06.01.11

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR 4 / FIT 4.5 ¤—¤ Obiettivo: riuscire a giocare il mio miglior tennis e divertirmi / GA1
Racchetta: Leggere in firma... —>

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da alain proust il Mer 5 Ott 2011 - 10:12

@alba77 ha scritto:All'inizio era tutto facile. Ero sfaforita in partenza di ogni match e ci poteva stare. Man mano che si migliora e il livello sale diventa sempre più difficile accettare sconfitte dai "meno forti"

condivido in pieno. quando ho ripreso la racca un anno fa, per sei mesi ogni game vinto contro giocatori decisamente più allenati di me era grasso che colava. perdevo 60 senza battere ciglio e se la volta dopo, con lo stesso giocatore, perdevo 62 ero soddisfattissimo. d'altronde, la mia tecnica era talmente ballerina che ero contento quando rimandavo di là 3 palle consecutive.
adesso, pur ancora acerbo, sento che me la posso giocare con molti quarta bassi (ma bassi bassi Sad ) e quindi inizio a pretendere da me stesso la vittoria, ed è per questo che la sconfitta solo adesso inizia a farmi male.

alain proust
Fedelissimo
Fedelissimo

Numero di messaggi : 1429
Data d'iscrizione : 28.11.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: ITR: 4.0
Racchetta: PRINCE EXO3 TOUR 16x18

Tornare in alto Andare in basso

Re: Dopo la sconfitta

Messaggio Da netplay il Mer 5 Ott 2011 - 10:30

@alain proust ha scritto:
@alba77 ha scritto:All'inizio era tutto facile. Ero sfaforita in partenza di ogni match e ci poteva stare. Man mano che si migliora e il livello sale diventa sempre più difficile accettare sconfitte dai "meno forti"

condivido in pieno.................... sconfitta solo adesso inizia a farmi male.

si pero' dobbiamo anche non drammatizzare, io mi rricordo un'intervista a bagdatis che dopo la sconfitta si scolava fiumi di birra, anche questa puo' essere una tecnica!

netplay
Utente attivo
Utente attivo

Numero di messaggi : 283
Data d'iscrizione : 07.08.10

Profilo giocatore
Località:
Livello: 4.5
Racchetta: non lo so

Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum